© 2017 by Namitech

 
 
 

Per prototipo concettuale si intende il primo prototipo realizzato di un nuovo progetto, utilizzato per una prima verifica di ingombro, estetica, dimensionale, di ergonomia o per prove di montaggio, e può essere utile sia a progettazione ultimata, sia in fase intermedia.

Normalmente vengono utilizzate le tecnologie più economiche, in caso di oggetti con geometrie complesse ci si potrebbe orientare verso SLS “Prodways” o FFF “3ntr”, invece in caso di geometrie piene” con forme semplici, si potrebbe optare verso la Fresatura di polistirolo o poliuretano.

Prototipo

Concettuale

Parliamo di modello estetico quando la realizzazione sarà utilizzata esclusivamente per verifiche di stile, di trim and color o per mockup estetici, adatti ad esposizioni e fiere.

Il modello non sarà soggetto a particolari sollecitazioni, pertanto verranno scelte tecnologie che prediligono un’elevata precisione dei dettagli, una superficie particolarmente liscia, e che si prestino bene ai post trattamenti superficiali, come finitura, lucidatura, verniciatura, metallizzazione, etc…

In caso di mono-materiale rigido, anche trasparente, ci si può orientare verso la DLP “Prodways” o verso la Stereolitografia.

In caso di materiali morbidi o in bi-materiale co-stampato ci si può orientare verso la Polyjet.

Se invece la forma non presenta particolari dettagli, ci si può affidare nuovamente alla SLS “Prodways” o alla Fresatura, così da avere un prototipo oltre che estetico anche economico.

Modello Estetico

Pre-serie e Produzioni

In caso di pre-serie, utilizzate per test finali prima di iniziare con la produzione, o in caso di serie limitate che non giustificano l’investimento di attrezzature definitive, si possono adottare tecnologie che garantiscono dal punto di vista tecnico, ed estetico le caratteristiche necessarie.

In caso di piccole dimensioni e dove non è richiesta una particolare resa estetica, la SLS “Prodways” o FFF “3ntr”, sono la scelta giusta per avere in tempi rapidi e senza il costo dell’attrezzatura particolari utilizzabili e vendibili.

In caso di quantità ridotte (da 5 a 500 repliche), dove sono richieste caratteristiche sia meccaniche che estetiche, eventualmente anche in bi-materiale, si possono utilizzare Stampi in DLP Rigid10500 “Prodways”, Stampi in Silicone o Stampi in Resina per produrre particolari identici o paragonabili a pezzi realizzati con le tecniche di produzione tradizionali, come da stampaggio ad iniezione, da soffiaggio, da termoformatura etc…

In caso di quantità maggiori, in base a geometria, finitura, materiale, spessori minimi e massimi, e tanto altro, le tecnologie per la produzione sono molteplici, dallo stampaggio ad iniezione, al soffiaggio, alla termoformatura, allo stampaggio rotazionale, etc…

Prototipo Funzionale

Il prototipo funzionale viene normalmente usato per test meccanici e per l’utilizzo vero e proprio dell’oggetto realizzato. Bisogna per tanto interpellare tecnologie che adottino dei materiali robusti e che si avvicinino il più possibile ai materiali definitivi che saranno utilizzati poi in fase di produzione.

In caso di materiali plastici e gommosi ci si potrebbe orientare verso SLS “Prodways”, FDM o FFF “3ntr”, quest’ ultima anche per dei pezzi co-stampati.

In caso di materiali metallici, si potrebbe utilizzare la Fresatura, laddove la geometria risulterebbe impossibile da fresare, la DMLS o il Quick Sand Casting sono la giusta alternativa.